La testata giornalistica, già ideatrice del progetto Italian Wine Tour, decide di fare un ulteriore passo avanti ed espandere le visite su scala internazionale.

Negli ultimi due anni, grazie all’Italian Wine Tour, l’iconico camper Gino di Wine Meridian ha percorso oltre 14.000 km attraversando un’Italia del vino ricca di tradizioni e paesaggi suggestivi, raccogliendo storie e comunicando esperienze enoturistiche formidabili. In questo clima di ripartenza, il mondo vitivinicolo internazionale ha avuto la capacità di aprirsi all’esterno, diventando per i winelover una meta turistica allettante: il vino è cultura, ospitalità ed esperienza multisensoriale.

Perchè limitarsi all’Italia per trovare spunti per migliorare il modello di enoturismo delle nostre cantine? Cos’hanno da insegnarci gli altri Paesi dal punto di vista dell’accoglienza?

Per rispondere a queste domande, Wine Meridian ha deciso di affrontare nuove avventure: dopo aver visitato il Sud Africa questa primavera, il viaggio proseguirà questa estate in un tour che coinvolgerà mete e cantine in diversi nazioni d’Europa. L’Italian Wine Tour diventa International Wine Tour, allargandosi per includere le destinazioni enoturistiche più rinomate sul suolo europeo ed extra-europeo e raccogliere le testimonianze dei migliori professionisti del vino internazionali.

Wine Meridian – Logo | Manuelina vini

“L’enoturismo è la parola chiave di questo biennio, e noi di Wine Meridian non ci accontentiamo di parlarne solo a livello teorico o strategico” dichiara Lavinia Furlani, Presidente di Wine Meridian. “Dal nostro punto di vista, se vuoi parlare di qualcosa devi prima aver fatto esperienza diretta”.

Lavinia Furlani ha una lunga esperienza nel mondo vitivinicolo in cui, assieme a Fabio Piccoli (Direttore Responsabile della testata), operano per supportare le imprese del vino italiane su diversi fronti: formazione, comunicazione, internazionalizzazione e consulenza su misura.

“Il nostro contributo vuole essere un racconto di ciò che le aziende di altri mercati fanno, con l’obiettivo di stimolare, ispirare, rassicurare le aziende italiane. Se come sistema vino ci muoviamo nel modo giusto, potremo finalmente trasformare l’accoglienza italiana in un primato mondiale”, conclude Furlani. L’International Wine Tour è pronto a partire dal Portogallo a fine giugno 2022.

Dai due precedenti Italian Wine Tour sono nati tre libri “Italian Wine Tour”, “L’Enoturismo Vincente” e “Italian Wine Tour – Viaggio al centro dell’ospitalità enoturistica italiana”, tre manuali operativi nati dall’esperienza diretta per scoprire le molteplici facce dell’accoglienza nelle imprese del vino, ma anche per approfondire lo stato dell’enoturismo in un Paese ampio e variegato come l’Italia.

L’obiettivo del progetto:

L’obiettivo del tour è raccontare a tutti gli interessati le cantine, i prodotti e i territori, fornendo al contempo informazioni dettagliate sulle diverse proposte internazionali di enoturismo.

Anche quest’anno, il tour sarà in diretta sui social della testata e tra le pagine di Wine Meridian, dove i lettori potranno trovare suggerimenti, errori, spunti ed il racconto delle esperienze più straordinarie. Nell’ambito di questo progetto verranno descritte le caratteristiche dell’accoglienza delle cantine visitate e il ruolo chiave delle risorse umane coinvolte.

Fonte Absit Daily srl

Categorie: Notizie

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.