l’Ansonica è un vitigno tradizionale della costa Toscana, conosciuto anche in Sicilia dove viene comunemente chiamato Inzolia.

Nell’antichità gli abitanti dell’isola d’Elba e dell’isola del Giglio erano soliti vinificarlo in dei pigiatoi chiamati “palmenti”, collocati in prossimità dei vigneti e costituiti da una o più vasche scavate nella roccia o realizzate in muratura.

Appena versato nel calice si apprezza immediatamente con il suo vivace giallo paglierino, pieno e lucente, Il naso ci regala sfumature di ciclamino, pesca bianca e susina croccanti per poi passare a note di finocchietto selvatico e fieno. Il sorso è caldo ed avvolgente, si percepiscono subito rimandi di mandorle tostate ed ancora intriganti sentori erbacei. La chiusura sapida invoglia ancora alla beva.

Categorie: Degustazioni

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.